Providence City FC: l’America creativa che dà il buon esempio

Lascia un commento
Estetica / Maglie / Squadre / Storie

Nella città di Providence – Rhode Island, Stati Uniti – c’è una squadra che partecipa contemporaneamente alla Ocean State Soccer League, alla Bay State Soccer League e alla Football Alliance 1. Leghe statali e regionali amatoriali dissociate dalla MSL e che adottano criteri di promozioni/retrocessioni in base al merito sportivo, al contrario delle grandi leghe professionistiche del paese. Questo punto sta molto a cuore ai fondatori del club che si rivedono molto nel sistema aperto e meritocratico europeo che, teoricamente, permette anche a una squadra dilettante di poter raggiungere la massima serie. Cosa preclusa a prescindere negli USA, dove si adottano selezione economica e campionato chiuso.

Altro punto chiave della loro politica è sostenere e promuovere le imprese locali per farle crescere al pari del loro calcio. Il tutto condito da una presenza costante sui social network e da una visione originale di visual design applicato alle maglie e alla promozione in generale.

Un po’ come i nostri amici del CS Lebowski – dei quali abbiamo parlato settimana scorsa – anche il ha creato intorno a sé una vasta comunità di sostenitori attratti dai valori, dall’originalità, dalla qualità e, last but not least, dai buoni risultati conseguiti.
L’incipit descrittivo sul sito ufficiale cita:

In the “creative capital” known as the city of Providence in the state of Rhode Island there is a football club known as Providence City FC. We are also known as “The Rogues” pushing the Rogue movement known as the community we are building to bring the football culture Providence needs.

La nuova maglia del Providence City

Lunedì scorso è stata presentata la nuova maglia per la stagione 2020-21: colore insolito, grafiche originali ma ispirate alla società e al territorio, rifiniture più che curate. E non solo per una società amatoriale. Sponsor tecnico Inaria, azienda americana fresca e in crescita che veste, tra le altre, anche i New York .

Questo modello si chiama Good Night Lights kit ed è sponsorizzato sempre da aziende dislocate nel territorio. Il progetto nasce dal fatto che l’Hot Club – ristorante/birreria sulla baia di proprietà di uno dei fondatori – ha aderito alla tradizione locale chiamata Good Night Lights che consiste nel far lampeggiare ogni notte le luci e le insegne della zona per salutare i bambini dell’Hasbro Children’s Hospital, così da far arrivare loro il messaggio che la comunità li stà pensando augurandogli una pronta guarigione.

Il design che ha fatto scattare l’amore

Ma l’amore, a prima vista, fulminante, che ha dato via all’acquisto impulsivo prima e all’approfondimento poi, è nato un paio di settimane fa quando ho scoperto la maglia del 2019 realizzata con e raffigurante la label della HAMR Oceanic State Pale Ale prodotta da un birrificio locale, il Revival Brewing Co.

Squalo martello, pin-up al bagno, sponsor di un birrificio, logo societario piratesco che ci sta divinamente bene. È un mix di elementi perfettamente bilanciati che non può non lusingare il gusto di uno – ma sicuramente di entrambi – i creatori di Jersey Vice. Ora manca solo di assaggiare la birra…

Altre maglie meritevoli di nota

Ma i nostri amici non si sono fermati qui. La loro politica è ben chiara e aggressiva (nel senso buono). Sono state create ad hoc più maglie per sostenere la crescita locale, non tenendo conto degli originali colori sociali – che suppongo siano il rosso e il nero – ma adattandosi al progetto grafico che via via viene portato avanti.

A qualcuno potrà sembrare una mancanza di rispetto verso i colori che dovrebbero rappresentare una squadra, un tifo e una comunità. Ma bisogna pur ricordarsi che siamo in ambito amatoriale, negli Stati Uniti e la squadra è nata solo nel 2016. Ho visto di peggio in realtà molto più radicate e di blasone ben più ampio.

Alla fine, quando c’è l’amore c’è tutto!

Autore

Grafico, ex portiere di calcio e calcio a 5, appassionato di Subbuteo, tifoso viola, semi-giapponese di acquisizione. L'amore per le maglie è una logica conseguenza o la matrice iniziale, visto che è nato parallelamente all'amore per il pallone in seconda elementare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *