1906/2021: la Fluminense celebra il primo Carioca

Lascia un commento
Maglie / Resto del mondo

Vi abbiamo già iniziato a raccontare la grande avventura sportiva che ha posto le basi per la nascita della Fluminense, la squadra fortemente voluta e pazientemente costruita da Oscar Cox. La “Tricolor”, che ufficialmente vede la luce nel 1902, raccoglie il suo primo alloro nel giro di pochi anni. É infatti datata 1906 la conquista del primo Carioca, ricorrenza che Club e sponsor tecnico (Umbro) intendono celebrare in concomitanza del 115° anniversario.

La vincitrice del 1906

Ancora non ci sono immagini ufficiali, tuttavia le indiscrezioni parlano di una home ispirata (e non poteva essere ragionevolmente altrimenti…) al modello utilizzato dalla in quella stagione. Fra l’altro quella del 1906 è la prima divisa a strisce verticali verdi e granata indossata nella storia del Club fondato da Oscar Cox, che fino ad allora era scesa in campo con maglie bianco-grigie oppure bianche con banda diagonale verde-granata. Tuttavia questo non rappresenta un cambio di divisa “definitivo”, tant’è che nei campionati successivi la Flu torna in campo spesso e volentieri con le maglie bianche con banda diagonale che abbiamo poc’anzi citato.

In ragione di questo le tradizionali linee bianche cui siamo abituati pare saranno ridotte al minimo in termini di spessore, in modo tale da rendere il risultato finale più vicino possibile al modello storico. Cambieranno di sicuro, rispetto alla divisa del 1906, i calzettoni: all’epoca per convenienza economica venivano utilizzati calzettoni neri bordati talvolta di rosso, soluzione poi vietata per statuto dal Club in epoca successiva.

Le indiscrezioni in merito alla away parlano invece di un modello estremamente semplice, completamente bianco al netto di bordature verdi-granata in corrispondenza di maniche e colletto. Su tutte le maglie comparirà un celebrativo dell’anniversario, che al momento non è dato sapere se sostituirà temporaneamente lo stemma sociale o andrà più semplicemente a affiancarsi allo stesso.

Ancora qualche settimana di pazienza e le nuove divise saranno svelate al pubblico: la presentazione, della quale deve essere ancora definita la data esatta, è comunque prevista nel mese di Maggio.

Autore

Tutto ha inizio alla vigilia di Italia '90, quando alle elementari non mette insieme abbastanza punti da prendere la maglia della nazionale. Ci resta malissimo e da lì inizia a disegnare divise per conto proprio fino a che, svariati anni dopo, si ritrova a progettare le maglie indossate in Serie A e B dalla principale squadra della sua zona. Quando una sua creazione viene consegnata al Papa, finalmente volta pagina. Oltre sè medesimo ammira molto Federico Maria Sardelli, Patrick Nagel, Ettore Borzacchini, Sergio Caputo, Marcello Veneziani e i Duran Duran. Non necessariamente in quest'ordine. Conduce vita ritirata e pratica scrupolosamente l'ira e l'accidia come virtù morali. Comincia ad avere una certa età e sarebbe l'ora mettesse giudizio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *