Serie B: compleanno con sorpresa…parte II

Lascia un commento
Italia / Zone

Vi avevamo anticipato circa un mese fa (in questo articolo) che la Lega di avrebbe varato un’iniziativa in grande stile per celebrare i 90 anni dall’istituzione del proprio Campionato.

Bene, dai riscontri che abbiamo avuto risulta che nel turno del Lunedì di Pasquetta, ovvero la 32a giornata, tutte le squadre scenderanno in campo con una inedita maglia “vintage” su esplicita richiesta della Lega di categoria.

Pare lecito aspettarsi, vista la particolare ricorrenza, che per tutte le società l’ispirazione comune sia quella del periodo anni ’20/anni ’30 del secolo scorso, tuttavia non sarebbero state impartite esplicite indicazioni da questo punto di vista.

Per alcune squadre sarà l’occasione per riscoprire le proprie origini cromatiche, che in alcuni casi potrebbero non coincidere con gli attuali colori sociali, come nel caso del Benevento (e a proposito di colori nel calcio italiano, trovate qui il bel pezzo del nostro Rico).

Un altro esempio potrebbere essere il Cittadella che, nato negli anni ’70, dovrà scegliere se far rivivere per una gara la Cittadellese (uno dei sodalizi dalla cui fusione ebbe origine) o catapultare se stessa negli anni ’20 in una sorta di “Ritorno al futuro” del Foot-Ball.

Normale quindi ci sia curiosità in merito a come gestiranno l’evento i vari uffici marketing, anche se in fondo sono due le strade principali: quella del rigore storico e quella della reinterpretazione in chiave contemporanea. E viste le circostanze, che non si legano ad una celebrazione “storica” dei singoli sodalizi ma più “collettiva”, una sorta di “licenza poetica” per cui si possa trasgredire per una volta ai canoni storici (e alle complicazioni non indifferenti che in certi casi porterebbero con sè) pare proprio possibile…per non dire auspicabile.

Autore

Tutto ha inizio alla vigilia di Italia '90, quando alle elementari non mette insieme abbastanza punti per prendere la maglia della nazionale. Ci resta malissimo e da lì inizia a disegnare divise per conto proprio fino a che, svariati anni dopo, si ritrova a progettare le maglie indossate in Serie A e B dalla principale squadra della sua zona. Quando una sua creazione viene consegnata al Papa, finalmente volta pagina. Oltre sè medesimo ammira molto Federico Maria Sardelli, Patrick Nagel, Ettore Borzacchini, Sergio Caputo, Marcello Veneziani e i Duran Duran. Non necessariamente in quest'ordine. Conduce vita ritirata e pratica scrupolosamente l'ira e l'accidia come virtù morali. Comincia ad avere una certa età e sarebbe l'ora mettesse giudizio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *